IL SITO DELL'UFFICIO STAMPA NON UFFICIALE DI MINO REITANO.

lunedì 6 agosto 2007

172. Piccoli peccati di gioventù. Pagati però a caro prezzo.

Nel Marzo del 1960 Mino Reitano conquistò la medaglia di bronzo alle "Olimpiadi della Matematica" disputatesi quell'anno a Trieste. Solo molti anni dopo, nel 1995, al giornalista Konstantin Plovdiv che lo intervistava per l'edizione bulgara del mensile "Rolling Stones", Mino Reitano confessò di aver scambiato il suo compito con quello del suo compagno di banco, il futuro Premio Nobel per la Fisica Carlo Rubbia. Stephan Codelanu, allora presidente del CIOM (Comitato Internazionale Olimpico della Matematica), lesse casualmente quell'intervista e fece restituire a Mino Reitano la medaglia di bronzo che l'artista calabrese conservava tra i suoi cimeli più cari.

1 commento:

el_grigo ha detto...

Che bastardo quel Stephan Codelanu... E pensare che poi finì anche lui inquisito per una storiaccia di tangenti...

contatore

.